Forse i primi vagiti dell’Universo?

universe

La notiza verra’ data in modo ufficiale oggi pomeriggio alle ore 17 italiane presso l’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics. E’ stata annunciata come “una delle scoperte piu’ importanti del secolo” sulla base di quanto viene riportato dal The Guardian e da Repubblica .

Un team di cosmologi sembra abbia rilevato “le onde gravitazionali primordiali”, l’eco del Big Bang avvenuto quasi 14 miliardi di anni fa.

Le voci si sono diffuse all’interno della comunita’ scientifica a partire da lunedi’ scorso quando vi e’ stato l’annuncio all’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics. Se vi fossero prove dell’esistenza di onde gravitazionali, allora questa scoperta sarebbe davvero un punto di riferimento che cambierebbe il volto della cosmologia e della fisica delle particelle.

Le onde gravitazionali sono state previste da Albert Einstein nella sua Teoria Generale della Relativita’. Si tratta di minuscole increspature nel tessuto dell’universo che trasportano energia attraverso lo spazio, in qualche modo simili alle onde che attraversano l’oceano. La prova della loro scoperta porterebbe, secondo quanto annuncia il Guardian, ad un Premio Nobel.

La scoperta delle onde gravitazionali dal Big Bang offrirebbe ai ricercatori la possibilita’ di un primo sguardo a come si e’ formato l’universo, cioe’ a come esso e’ “nato”.

Il segnale e’ stato captato dal telescopio Bicep, che sta per Background Imaging of Cosmic Extragalactic Polarization, installato nel Polo Sud. Questo telescopio scruta il cielo alle frequenze delle microonde dove si raccoglie l’energia fossile del Big Bang. Questa radiazione, scoperta  nel 1965 dagli americani Arno Penzias e Robert Wilson proviene da ogni direzione dello spazio e fu emessa circa 300 mila anni dopo il Big Bang, quando la temperatura nello spazio scese abbastanza da separare, o disaccoppiare, la materia dalla luce.  Ciò significa che, in seguito al disaccoppiamento, gran parte della luce emessa fu in grado di sfuggire e, quasi 14 miliardi di anni dopo, arrivare a noi. Prima della radiazione di fondo, la luce era “intrappolata” dalla materia, e quindi la radiazione cosmica di fondo può esser vista come un “muro di luce” oltre il quale non possiamo vedere. Ma i ricercatori di BICEP cercano in quella radiazione degli indizi che possano aiutarci a vedere oltre quel muro

Da decenni i cosmologi pensato che la firma delle onde gravitazionali primordiali potrebbe essere impressa in questo tipo di radiazione, una sorta di Santo Graal della cosmologia.

Secondo la teoria, le onde gravitazionali primordiali ci possono dare informazioni sul primo momento infinitesimale della storia dell’Universo. I cosmologi ritengono che 10^-34 secondi dopo il Big Bang (0,00000…. 01 secondi con ben 33 zeri dopo la virgola) l’Universo si sia espando enormemente.
Questa espansione, conosciuta come inflazione, e’ stata introdotta per spiegare perche’ l’universo sia cosi’ uniforme da punto a punto. Ma e’ sempre mancata una certa credibilita’, perche’ nessuno e’ in grado di trovare una spiegazione fisica convincente del perche’ sia avvenuta.

Ora i ricercatori potrebbero essere costretti a raddoppiare lo sforzo. Le onde gravitazionali primordiali sono state a lungo ipotizzate come la prima “pistola fumante” dell’inflazione. I cosmologi infatti sono convinti che solo l’inflazione possa amplificare le onde gravitazionali primordiali in un segnale rilevabile.

Appuntamento alle 17 per le ultimissime notizie.

Ringrazio Caterina Boccato dell’INAF di Padova per la segnalazione.

Harvard Smithsonian Center for Astrophysics – http://www.cfa.harvard.edu/
Sean Carroll – Gravitational Waves in the Cosmic Microwave Background – http://www.preposterousuniverse.com/blog/2014/03/16/gravitational-waves-in-the-cosmic-microwave-background/
Repubblica.it – Scienziati in trepidazione: hanno ascoltato i primi vagiti dell’Universo?  – http://www.repubblica.it/scienze/2014/03/16/news/onde_gravitazionali_vagiti_universo-81153592/?ref=HREC1-12
The Guardian – Gravitational waves: have US scientists heard echoes of the big bang? – http://www.theguardian.com/science/2014/mar/14/gravitational-waves-big-bang-universe-bicep

Sabrina

~ di Sabrina su 17 marzo 2014.

2 Risposte to “Forse i primi vagiti dell’Universo?”

  1. Un momento entusiasmante e carico di aspettative: attendo l’aggiornamento delle 17. Ciao, Massimo B. (PS: se non mi vedi in FB è perchè mi sono completamente cancellato, per un ritorno ai vecchi sistemi😉 )

    • Ciao Massimo! I vecchi sistemi funzionano sempre🙂 Vediamo che ci dicono… Siamo tutti in attesa!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: