Cieli bui a La Palma

CanariesNightCrediti ISS/NASA.

E’ piuttosto difficile vedere l’isola di La Palma in questa foto della NASA ripresa a bordo della  Stazione Spaziale Internazionale (ISS). L’Isola di La Palma e’ piuttosto invisibile ed e’ il sito del piu’ grande telescopio ottico/infrarosso italiano, il Telescopio Nazionale Galileo (TNG, sul Roque de Los Muchachos a 2400 metri di quota): l’isola piu’ in basso e’ Gran Canaria, poi quella di Tenerife, La Gomera ed infine, La Palma. Mentre Gran Canaria e Tenerife brillano come fossero dei fari, si puo’ notare la sagoma della piccola Isola di La Gomera, dove Cristoforo Colombo salpo’ per tutti i suoi viaggi verso l’America prima di imbattersi nell’Oceano. Ma l’Isola di La Palma dov’e’?

Si puo’ notare la capitale, Santa Cruz de la Palma e, se proprio volete provare, e una pallida linea di luce fino a Los Sauces, Los Llanos a ovest dell’isola per chi ha dimestichezza con questi luoghi ma il resto dell’isola, dov’e’?
E’ praticamente invisibile.
Questa foto e’ stata scattata prima di mezzanotte, alle ore 122.15 ora locale.

Uno dei motivi per cui La Palma ha dei cieli tra i piu’ bui dei dei pianeta e’ legata ad una Legge locale nota come Legge del Cielo, Sky Law, che copre le rotte aeree, l’inquinamento atmosferico, la radiaizone elettromagnetica e soprattutto l’illuminazione esterna, l’inquinamento luminoso come viene definito. Molto si ottiene usando semplicemente dei lampioni che inviano tutta la loro luce verso il basso, che e’ dove si desidera, in ogni caso, invece di sprecarla sulle nuvole.

Nonostante gli inziali timori degli isolani, in realta’ ora si risparmia cosi’ denaro che altre persone chiedono consiglio su come fare. Ma non ha senso illuminare il cielo, si spengono le stelle… E si abbagliano i gufi sprecando denaro!

A proposito di gufi, e’ molto facile per noi esseri umani dimenticare che molte specie, forse la maggior parte, sono notturne. L’inquinamento luminoso influisce in modo negativo anche su di essi. Ad esempio, le tartarughe appena nate istintivamente
cercano l’orizzonte luminoso. Per millenni quella era la riva del mare. Ora, troppo spesso, finiscono in una localita’ turistica. Il problema e’ particolarmente grave in Florida, dove tutte le tartarughe locali sono minacciate di estinguersi.

Ma a La Palma il cielo non viene soffocato dalle luci. Lo vedo tutte le mattine quando mi alzo. La finestra punta a nord, e individuo facilmente il Grande Carro e il Piccolo Carro. Gia’ a Santa Cruz de la Palma ci sono molte piu’ stelle di quelle che si vedono nelle cittadine italiane (e Santa Cruz ha 19 000 abitanti). Il cielo che il TNG osserva ogni sera l’ho visto per la prima volta lo scorso 11-12 novembre quando sono salita con la mia collega, Gloria Andreuzzi. Anche se la Luna illuminava la struttura del telescopio, il cielo era immensamente indescrivibile…

Fonte: Star Island – http://starisland.co.uk/articles/dark-skies/.

Sabrina

~ di Sabrina su 2 dicembre 2013.

5 Risposte to “Cieli bui a La Palma”

  1. Sig.na Sabrina mi hai fatto provare un po’ d’invidia con la tua descrizione di dovi ti trovi e del cielo di La Palma. A noi poveri astrofili di città (o quasi), invece, rimane solo qualche serata quando va bene, districandoci fra una nuvola e una foschia, o peggio un modernissimo lampione che spara i suoi fotoni dappertutto, meno che a dove serve. Sacrosanto quindi il tuo richiamo all’inquinamento luminoso, lo dovremo fare più spesso. Aspetto con impazienza il tuo racconto dal vivo di questa esperienza, mi hai ricordato qualche cielo che ho visto in un paio di viaggi. Comunque grazie fin d’ora dei tuoi racconti, perché leggendoti metti le ali ai nostri sogni…
    sergio.

    • Ciao Sergio! Questa possibilita’ che mi e’ stata offerta e’ sicuramente l’occasione piu’ meravigliosa della mia vita. Sono cosi’ felice che neppure mi riconosceresti… Io sono in costante contatto con Tino, Francesco ed ora anche con te. La cosa mi rende orgogliosa, perche’ come ben sai, non amo tagliare i ponti con chi mi ha fatto sognare e concretizzare i miei sogni.

      Siete comunque nel mio cuore e in ogni cosa che faccio. Il Direttore del TNG Emilio Molinari ha detto di si’ all’idea che ho avuto nei giorni scorsi per un duplice collegamento con voi, come Gruppo Astrofili Salese, il 6 marzo e il 10 aprile 2014 durante la Mostra di Astronomia (nel secondo appuntamento). Ho anche in serbo per voi un dono che vi voglio fare (e lo riceverete a meta’ gennaio circa dalle mani di mia sorella) perche’ non dimentico mai chi mi ha fatto sognare e ha messo le ali ai miei sogni. E ho sognato con voi, dentro al Planetario e durante le conferenze col pubblico. Anche con te, che hai mostrato a me le costellazioni, quelle che ora guardo di sera, qui!

      Mi auguro di vederti ai nostri appuntamenti skype il prossimo anno, Sergio! Non hai idea, ma mi sento tutta elettrizzata e di mesi ne mancano quattro (e cinque per il secondo)!
      E poi, una volta rientrata, ti e vi verro’ di nuovo ad abbracciare dal vivo, probabilmente con una mia personale presentazione…🙂

      Il racconto dal vivo della mia prima esperienza lo sto preparando, non vedo l’ora di pubblicarlo.
      Grazie di cuore!

  2. Immagini notturne stupende da ISS !

    http://www.dvice.com/sites/dvice/files/styles/blog_post_media/public/images/earthissnight.jpg?itok=UqERPEWO

  3. […] abbiamo gia’ visto in Cieli bui a La Palma, uno dei motivi per cui La Palma ha dei cieli tra i piu’ bui dei dei pianeta e’ legato ad una […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: