Occhi al cielo: arrivano le Perseidi

David-Wheat-Perseidi 2012Perseidi 2012. Foto di David Wheat, 12 agosto 2012. Tuolumne, Californa, disponibile su SpaceWeather.com: http://spaceweather.com/gallery/indiv_upload.php?upload_id=70323 e su http://spaceweather.com/submissions/pics/d/David-Wheat-118_1344791909.jpg

In astronomia non c’è nulla di simile ad una luminosa meteora che attraversa il cielo in una notte senza Luna. Il lampo di luce improvviso aggiunge un pizzico di magia per una tranquilla passeggiata sotto le stelle.

Una nuova ricerca della NASA ha recentemente identificato la notte più magica di tutte.

“Abbiamo trovato che una pioggia di meteore produce più palle di fuoco (“fireballs”) di qualsiasi altro fenomeno” ha affermato Bill Cooke del Meteoroid Environment Office della NASA. “E’ la pioggia di meteore dette Perseidi, che ha il suo picco tra il 12 e il 13 agosto”.

Utilizzando una rete di macchine fotografiche distribuite nella parte sud degli Stati Uniti, il team di Cooke ha tracciato l’attività di queste fireballs dal 2008, raccogliendo un database di centinaia di eventi da analizzare. I dati mostrano che le Perseidi rappresentano il campione di fireballs con maggior eventi registrati in un anno.

Una fireball è una meteora molto luminosa, brillante almeno quanto i pianeti Giove e Venere nel cielo. Possono essere osservate in una qualsiasi notte come meteoroidi, oggetti rocciosi che che penetrano nell’atmosfera e si incendiano senza raggiungere il suolo, provenendo da una ben particolare direzione nel cielo. Non è insolito registrarne una almeno ogni due ore o poco più. Le meteore diventano più numerose, tuttavia, quando la Terra, periodicamente, attraversa le scie dei frammenti di particelle di polvere lasciate dalle comete. E quello che sta per succedere in questi giorni.

La pioggia di meteore delle Perseidi ha origine dalla Cometa Swift-Tuttle. Ogni anno, a metà agosto, la Terra attraversa la nube di polvere che è stata liberata dalla cometa nel suo avvicinamento al Sole. Le meteoroidi delle Perseidi raggiungono l’alta atmosfera ad una velocità di oltre 210 km/h producendo uno degli spettacoli di luce preferiti da molti osservatori che si piazzano nel cortile col naso all’insù.

Cooke ritiene che le Perseidi siano ricche di fireballs, conseguenza della dimensione della cometa da cui si sono originate. “La cometa Swift-Tuttle ha un grande nucleo, circa 26 chilometri di diametro” ha affermato Cooke. “La maggior parte delle comete sono più piccole, con nuclei di solo qualche chilometro. Come risultato, la cometa Swift-Tuttle produce un grande numero di meteoroidi, molti dei quali sono larghi abbastanza per dar origine alle fireballs”.

Cooke suggerisce di guardare il cielo tra il 12 e il 13 agosto tra le ore 22.30 e le 4.30 del mattino. Prima della mezzanotte il tasso di meteore sarà basso, ma poi avrà un picco poco prima dell’alba quando la costellazione del Perseo si troverà alta nel cielo. “Allontanatevi dalle luci della città” consiglia Cooke. “Mentre le fireballs possono essere viste dalle aree urbane, un gran numero di deboli Perseidi sarà visibile solo dalla campagna”. In totale, il tasso di meteore dovrebbe aggirarsi intorno alle 100 all’ora.

Una notte magica. Godetevi lo spettacolo.

Author: Dr. Tony Phillips| Production editor: Dr. Tony Phillips | Credit: Science@NASA.

Fonte Science@NASA: Perseid Fireballs – http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2013/26jul_perseids/ .

Sabrina

~ di Sabrina su 10 agosto 2013.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: