Uragano Sandy ad un passo da New York

Questa animazione affascinante ma drammatica allo stesso tempo perchè coinvolgerà milioni di persone (e molte sono già morte, purtroppo) è stata creata da Kevin Ward da immagini acquisite dal satellite NOAA GOES -O/14  e dall’ University of Wisconsin-Madison Cooperative Institute for Meteorological Satellite Studies che mostra la progressione dell’uragano Sandy che attualmente si sta avvicinando a New York, verso le ore 18 locali, le 23 ora italiana.

Al momento l’uragano è di categoria 1 al largo delle coste orientali degli Stati Uniti ed è pronto ad un impatto devastante quando le forti piogge, i venti e le mareggiate colpiranno le aree maggiori delle coste metropolitane, tra cui New York City e Washington D.C.

Mappa del territorio americano dove sono indicati i fiumi che hanno già provocati innondazioni (rosso), e quelli che al momento non hanno ancora rotto gli argini (in verde). Cliccare per ingrandire. Crediti NOAA: http://water.weather.gov/ahps/index.php

Dodici ore di tempo sono state condensate in 30 secondi di video, che e mostra l’evoluzione nel tempo di Sandy nella giornata di domenica 28 ottobre 2012. L’uragano è stato ripreso dal satellite geostazionario NOAA GOES -O/14 a circa 35 800 km di quota alle ore 7:15 EDT di ieri. Si osservano delle variazioni di luce del Sole, dovute ai cambiamenti di angolazione con cui la superficie terrestre veniva ripresa, che mostrano la struttura delle nubi.

Il satellite è stato lanciato come GOES -O dalla NASA il 27 giugno 2009; GOES-14; attualmente è sono controllo del NOAA e tiene d’occhio la regione medio atlantica.

Si prevede che Sandy porterà fino a circa 25,5 cm di pioggia a New York con un aumento di quasi due metri  dell’alta marea e raffiche di vento superiori a 120 km/h. Una volta che l’uragano si sarà mosso verso l’interno potrebbero esserci milioni di abitazioni prive di elettricità. Lo stato di emergenza è stato già diramato in moltissimi aree all’interno del previsto percorso di Sandy, ossia in sette stati americani: Maryland, New Jersey, New York, Pennsylvania, Virginia, Washington D.C. e nelle contee costiere del Nord Carolina.

L’uragano Sandy ripreso dal satellite del NOAA il 29 ottobre 2012. Crediti NOAA: http://www.noaa.gov/

L’uragano ha già provocato almeno 66 morti nel suo passaggio sopra le isole dei Caraibi. Ribattezzato Frankenstorm, l’uragano ha richiesto l’impiego di 60 000 uomini della Guardia Nazionale per gli aiuti alle autorità locali per allagamenti ed emergenze di vario tipo, come blackout di energia elettrica. Si stima che circa 10 milioni di persone potrebbero rimanere senza elettricità nelle prossime ore.

Mappa che mostra la quantità di precipitazioni sull’intero territorio americano aggiornata al 29 ottobre 2012. A lato, sulla destra della cartina, sono riportate la quantità d’acqua in diversi colori.  Cliccare per ingrandire. Fonte NOAA: http://water.weather.gov/precip/

Parlando della tempesta, il Presidente americano Barak Obama ha detto che si tratta di una  tempesta «potente e pericolosa e si muove molto lentamente, quindi potrebbe volerci del tempo prima che se ne vada».
Scuole chiuse, inviti alla popolazione per fare rifornimenti di acqua e generi alimentari per i prossimi tre giorni. Si sono osservate, come in passato, file alle casse e ressa immediata. Allo stesso tempo, sono stati bloccati autobus, treni e metropolitana anche a Philadelphia, Washington e Baltimora, anche la Borsa ha chiuso per l’emergenza uragano, oltre a tutti gli uffici governativi di Washington.

Si stima che circa 375 000 persone hanno lasciaot le lor case a Manhattan e a New York; l’evacuazione interessa anche 50 000 persone del Delaware e 30 000 ad Atlantic City, nel New Jersey.

Altre notizie sono disponibili sul Corriere della Sera: Uragano Sandy, emergenza in sette Stati
New York deserta attende la tempesta perfetta. Obama: «In queste ore dobbiamo stare uniti»

Posizione dell’uragano sul sito del NOAA: http://www.nhc.noaa.gov/graphics_at3.shtml?5-daynl?large#contents

Sabrina

~ di Sabrina su 29 ottobre 2012.

Una Risposta to “Uragano Sandy ad un passo da New York”

  1. Reblogged this on Sito di Antonio Pechiar.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: