Curiosity prossimo alla sua meta

Questa animazione di undici minuti mostra gli eventi chiave della missione del Mars Science Laboratory della NASA che è stato lanciato nel novembre 2011 e che ha a bordo il rover Curiosity, in arrivo sul pianeta rosso nei prossimi giorni.  Crediti JPL-NASA.

Molti ricercatori del JPL-NASA sono in ansia in queste settimane per la sorte del rover Curiosity che sta per atterrare su Marte. Alcuni ingegneri hanno affermato che tali preoccupazioni sono esagerate.

Curiosity, il robot della missione Mars Science Laboratory (MSL) della NASA, dovrebbe essere sganciato come si vede in questo video e sospeso nell’atmosfera marziana fino al suo completo touchdown. Nonostante l’audacia del concetto di base, molti ingegneri aerospaziali affermano che tale piano è solido e funzionerà.

“Sono d’accordo che pare spaventoso, ma è tecnicamente valido” ha affermato il Professor Bobby Braun del Georgia Institute of Technology che ha lavorato alla NASA come tecnologo capo dal 2010 al 2011. Braun non faceva parte del team di ingegneri, che avevano sede al Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena (California), e che hanno realizzato e progettato il sistema di atterraggio di Curiosity. “A mio parere, non è rischioso. E’ al momento il modo migliore per far atterrare il sistema”.

Il nuovo rover del costo di 2,5 miliardi di dollari è stato progettato per analizzare campioni di rocce marziane per individuare segni di vita extraterrestre sul pianeta rosso o se mai abbia ospitato vita in passato. Col peso di circa una tonnellata, Curiosity, è troppo pesante per atterrare con l’assistenza di un airbag ammortizzatore, come è avvenuto nel caso dei due rover precedenti, Spirit e Opportunity.

Curiosity viene sganciato al suolo dallo Sky Crane. Crediti NASA-JPL.

Invece, in questo caso, un paracadute verrà a rallentare, in un primo momento, la fase di discesa dell’MSL. Successivamente, durante la fase di discesa verranno utilizzati i motori a razzo per smorzare ulteriormente la sua velocità. Infine, a circa 35 metri (115 piedi) sopra la superficie, il sistema Sky Crane farà abbassare Curiosity, muoverà le ruote verso il basso, in direzione del suolo, attaccato a degli attacchi in nylon. Il rover è progettato per essere posato molto dolcemente sulla superficie, dopodichè lo Sky Crane si staccherà e se ne andrà via a debita distanza.

Il piano richiede un gran numero di parti sofisticate che devono lavorare in modo impeccabile, sicuramente un sistema innovativo, diverso da qualsiasi meccanismo utilizzato precedentemente per un rover su un altro pianeta.

“Un sacco di gente sembra scettica su questo sistema, ma io non lo sono” ha affermato Stephen Gorevan, Chairman del New York City Robotic Firm Honeybee Robotics, che ha costruito il Sample Manipulatin System interno di Curiosity ma non è stato coinvolto nelle strategie del landing. “Penso solo che la cosa è stata testata. Sono un ingengere, guardo agli elementi elttromeccanici, dal mio punto di vista almeno ogni singolo elemento dello schema sembra molto affidabile. E’ nuovo, audace, e lo vedo al lavoro”.

Curiosity al lavoro su Marte. Crediti NASA/JPL-Caltech.

I membri del Mars Science Laboratory stessi hanno ammesso che l’atterraggio è un po’ rischioso, che qualcuno si mangeràle unghie, che c’è nervosismo, e si implora il Destino affinchè aiuti lo Sky Crane a lavorare nel modo migliore per far atterrare Curiosity.

“Tutti si mangeranno le unghie, ma non perchè non siamo fiduciosi” ha affermato Braun. “Ho lavorato io stesso su una coppia di progetti di Marte e onestamente posso dire che non esiste una squadra più meritevole del successo grazie alle azioni intraprese della squadra dell’MSL. Hanno messo tutto in questo e giustamente dovrebbero essere fiduciosi. Allo stesso tempo, la ragione per cui stiamo andando su Marte è perchè è essa stessa un mistero. L’esplorazione spaziale è dura e l’atterraggio su Marte è una delle cose più difficili che si possono fare nell’esplorazione spaziale”.

Anche un altro ingegnere aerospaziale, Robert Zubrin, Presidente del Mars Society, è d’accordo sul fatto che il piano di Sky Crane è tecnicamente valido, ma ha affermato che una tecnologia più collaudata avrebbe potuto essere scelta per un compito così importante.

Zubrin ha affermato che il successo o il fallimento dello Sky Crane e, di conseguenza, quello di MSL stesso, probabilmente determinerà il futuro dell’esplorazione di Marte.

“Quello che è in gioco qui è l’intero progetto di Marte” ha affermato Zubrin. “Se questo dovesse fallire, penso che sarà molto difficile respingere l’amministrazine Obama nonchè i conservatori fiscali. La gente potrà dire: “Guarda, ti abbiamo dato 2 miliardi di dollari e hai fallito”. D’altra parte, se avrà successo, penso che il livello di successo sarà molto profondo”.

Fonte Space.com: http://www.space.com/16689-mars-rover-curiosity-risky-landing.html

Sabrina

~ di Sabrina su 1 agosto 2012.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: